Finalmente sta arrivando la bella stagione e con questa la possibilità di poter passare più tempo all’aria aperta con il vostro amico a 4 zampe, portandolo nel verde o a fare qualche bella gita fuori porta. Che sia mare, lago o montagna poco importa, basta togliersi un po’ dall’asfalto cittadino!

L’importante però è che abbiate cura di proteggerlo dagli insidiosi parassiti che prolificano con il caldo e che purtroppo sono endemici in molte zone d’Italia.

La profilassi è semplice e vi metterà al sicuro dal rischio che il vostro amico possa contrarre brutte malattie come la filariosi passata dalle zanzare o la leishmaniosi dai pappataci. In linea di massima la profilassi per la filaria va fatta da maggio a ottobre compresi, somministrando quello che io chiamo “il lingottino” di Cardotek o Cardotek Plus una volta al mese. Per fortuna, è molto appetibile e non avrete problemi a farlo prendere al vostro cane, alla mia ormai lo faccio passare come un bon bon. Esiste anche la possibilità che il vostro veterinario con un’iniezione vi copra tutto il periodo, ma la sconsiglio vivamente se avete cani di piccola taglia o più delicati perché risulta decisamente più aggressivo del trattamento orale mensile. Quindi, come dico sempre io, perché andarsi a cercare problemi quando non se ne hanno? Poi quando si tratta della loro salute è sempre meglio andarci con i piedi di piombo.

Per quanto riguarda la copertura per pulci, zecche e pappataci esistono degli antiparassitari chiamati ”spot on” sotto forma di pipetta liquida da mettere fra le scapole 1 volta al mese/3 settimane o di collarino che vi permetteranno di proteggerlo al meglio. Ne esistono diversi, io mi sento di consigliarvi, l’Exspot che, al momento, risulta essere meno aggressivo dell’Advantix. Se preferite il collarino Seresto o Scalibor coprono l’intero periodo quindi sicuramente vi faranno risparmiare denaro e tempo, se non siete metodici con le scadenze. Sinceramente io non amo i collari da tenere sempre, soprattutto se non ho il cane sott’occhio, ho sempre il timore che si possa impigliare da qualche parte o farsi male. Uso solo nel periodo delle ferie se vado al mare o comunque in zone più a rischio il collarino all’olio di Neem che è naturale ed aiuta ad intensificare l’azione della pipetta. In alternativa esistono anche spray o salviettine ugualmente efficaci per aumentare la protezione quando serve.

Ricordatevi che se avete un cucciolo l’utilizzo di uno spot on non è possibile fino all’età dei 6 mesi compiuti perché le sostanze in esso contenute sono nocive per il piccolo quindi dovrete ovviare con pipette più naturali come quelle all’olio di Neem e intensificare l’uso di spray o salviette. Se non volete dargli per bocca il Cardotek potete farvi prescrivere dal vostro veterinario lo stronghold, l’unico a coprire pulci e zecche e zanzare, ma dovrete comunque ricorrere allo spray all’olio di Neem per i pappataci. Per la mia cucciola, che 6 mesi li farà a metà giugno, ho scelto come profilassi di utilizzare il Cardotek Plus facendomelo calibrare come dosi dal veterinario secondo il suo peso, questo perché i cuccioli assimilano in maniera diversa da un cane adulto e di utilizzare fino ai 6 mesi delle pipette all’olio di Neem per poi passare all’Exspot, come faccio per Isotta.

In commercio ormai esistono davvero tanti prodotti, l’importante è trovare quello che faccia al caso vostro, secondo la sensibilità del vostro cane ed essere costanti nell’utilizzo. Basta poco per essere tranquilli e perché anche loro possano godersi solo il bello di questo periodo: luce, sole, caldo e natura ma bye bye parassiti.

Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...