Scrivania? New Idea!

Arriva il momento in cui i pupi finalmente iniziano a dormire nel letto “da grandi” ma tu non hai il coraggio di sbarazzarti del caro, vecchio lettino a sbarre. Lo guardi con gli occhi dell’amore ed è come se anche lui ti ricambiasse, implorandoti di tenerlo con voi insieme a tutti i ricordi, compresi quelli delle notti insonni, dei tentativi di fuga dal lettino con gli scavalcamenti notturni, della ricerca delle lenzuola della misura giusta che puntualmente sbagliavi….

A casa nostra, dopo averlo riciclato per Peste 2, lo abbiamo smontato e riposto in cantina perché “non si sa mai” (ma perché????) e ce ne siamo quasi dimenticati.

Poi, l’illuminazione di mio marito, che è cuoco ma pure a reinventare cose non scherza, ci ha permesso di dare nuova vita alla struttura.

Il nostro era il classico lettino Ikea, il modello Somnat di colore verde (che mi sembra non producano più), senza troppi fronzoli e con una struttura veramente basica ma robusta.

 

 

Per quanto ci riguarda, ha svolto egregiamente il suo sporco lavoro: lo abbiamo utilizzato per le bimbe fino a circa i loro due anni di età, poi entrambe hanno iniziato a dormire nel letto singolo appositamente munito da “barra anti-rotolamento”.

Siccome, però, non siamo qui a fare recensioni sui lettini, arrivo dritta al punto: abbiamo riutilizzato la struttura per ricavare una scrivania sufficientemente comoda per due (finche’ sono piccole potranno sedersi senza problemi)!

Noi abbiamo fatto così:

  • Innanzitutto abbiamo tolto uno dei due lati lunghi. Tranquilli, la struttura non perde di stabilità!

 

  • Abbiamo fissato la base di compensato sulla quale normalmente poggia il materasso nel punto più alto possibile (chi ha questo lettino sa che ci sono due altezze alternative regolate da appositi fori sui quattro assi portanti della struttura), ossia esattamente come mostrato nella fotografia del lettino che avete visto sopra.

 

  • Abbiamo rivestito questa base con carta adesiva plastificata in modo che per pulirla facilmente e velocemente basti passare un panno umido. In commercio ne troverete di tantissime fantasie (provate a sbirciare su carta adesiva per mobili), noi abbiamo scelto questa decorata con quadrifogli e coccinelle acquistata da Tiger.

 

  • Il colore verde della struttura lo abbiamo mantenuto perché, nel nostro caso, si abbina perfettamente al resto della cameretta ma nulla vieta di sbizzarrirsi! I genitori più pazienti potranno anche colorare ogni asse con un colore diverso: l’effetto arcobaleno sarà sicuramente molto gradito ai bimbi!

 

  • Le barre verticali distanziate di circa 10cm l’una dall’altra possono fungere da separatori per libri/album/giornalini.

 

    • Noi ci siamo procurati dei ganci a “S” di plastica colorata che utilizziamo per appendere tazze porta-penne e altri oggetti che, puntualmente, transitano per la scrivania per poi sparire magicamente (ma questa è un’altra storia). Noi  li abbiamo presi qui:

Ganci di plastica colorata a “S”

Ed ecco il risultato:

                                                 da così…                                                                      a così!

             

 

 La fantasia dei vostri bimbi farà il resto….diamo loro libero sfogo con stickers e brillantini: in fin dei conti, è la loro scrivania e certamente voi non dovrete temere che distruggano un pezzo di design!

Rating: 5.0. From 5 votes.
Please wait...