Tremate, tremate, le ferie son tornate!

Alzi la mano chi non ha iniziato a tremare, qualche settimana fa, pensando all’ imminente chiusura delle scuole!!!

Nonni, baby-sitter più o meno improvvisate, baby parking, oratori e cooperative: c’è un micro-cosmo brulicante di persone chiamate alle armi per aiutare le famiglie ad affrontare (e sopravvivere a) queste lunghe settimane che ci separano dal mese di agosto, durante il quale la maggior parte degli italiani si godrà il meritato riposo con tutta la famiglia.

Se mamma e papà lavorano entrambi ed hanno la fortuna di avere nonni con una casa di villeggiatura, disponibili, compiacenti e, soprattutto, CORAGGIOSI (!!!) i bimbi spesso verranno affidati alle loro amorevoli cure. Ovvio, torneranno da voi con un bagaglio di bellissime esperienze (il tempo trascorso con i nonni è un dono prezioso!) e di vizi che eravate riusciti ad eliminare nei 364 giorni precedenti.

Tranquilli comunque: avrete a disposizione un altro anno davanti a voi per lavorarci su.

Scherzi a parte, ammetto di non appartenere a questa categoria perché sono una mamma-chioccia D.O.P. ed il pensiero di non vedere Peste 1 e Peste 2 per settimane mi fa tremare (nel mio caso, i nonni hanno la casa a 1.200Km di distanza e quindi non potrebbero esserci degli intermezzi di visite nei week-end).

No, decisamente non ce la posso fare!

A parte le motivazioni “sentimental-logistiche”, mio marito ed io preferiamo che le bimbe stiano con altri bimbi, all’ aperto, giocando, divertendosi ed imparando. Per questo motivo, fin da quando erano piccolissime, cerchiamo sempre di approfittare dei Centri Estivi collegati alle scuole. Devo dire che a Torino la scelta non manca e si trovano proposte un po’ per tutte le tasche, siano esse in strutture private o convenzionate con il Comune. Certo, si potrebbero fare molti miglioramenti, soprattutto in termini di posti a disposizione e strutture, ma immagino che sia più facile a dirsi (per noi genitori) che a farsi (per il Comune).

Quest’anno, per entrambe le bimbe, noi abbiamo optato per la cooperativa La Polismile che, oltre a promuovere e gestire moltissime attività sportive durante l’anno all’ interno delle stesse scuole, organizza diverse tipologie di centri estivi e camp tematici, a seconda della fascia d’età, della scuola di appartenenza, degli sport preferiti, etc.

Per farvi rendere conto del programma, ecco un estratto delle molteplici proposte de La Polismile:

                                                     

 

Sette settimane (questo è il periodo, nel nostro caso) sono tante, quindi facciamo sì che le bimbe le trascorrano nel modo più piacevole possibile e che il prossimo anno possano tornarci con piacere. Prendo l’impegno di aggiornarvi, a fine estate, su come sarà stata questa esperienza!!!

Qualunque sia la vostra scelta, il mio più grande suggerimento è, banalmente, quello di informarsi per tempo presso le varie strutture perché la corsa per accaparrarsi un posto è come una giungla!!!

Tenetelo a mente per il prossimo anno!

 

Se siete di Torino, ecco i link per qualche informazione in più:

http://www.comune.torino.it/servizieducativi/36/bimbiestate/index.html

http://www.comune.torino.it/servizieducativi/614/estate/index.html

http://www.polismile.it/

 

E voi? cosa scegliete per i vostri pargoli? Avete esperienze e consigli da condividere?

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...