AAA ovvero Adrenalina Ansia Agility

È inutile, sono praticamente 3 anni che ho iniziato a fare agility eppure ogni gara per me è come fosse la prima ed eccomi qui, in un misto di carica adrenalinica e di ansia. Tu, Lucky, invece sei adrenalina pura e basta.
Quanti cani mancano? Oddio sono già agitata (ci chiamano Ansia e Skeggia mica per niente, io di sicuro non sono Skeggia tra i due), ok tocca a quella prima di noi, mi ripeto “stai calma” e nel frattempo ripasso velocemente il percorso.
Una voce ci chiama “In campo il numero 151”, tocca a noi.
Entriamo in campo, ti metto seduto (seduto si fa per dire perché tu fai finta di stare seduto, sei troppo carico, vuoi correre), ti sfilo il guinzaglio e mi posiziono per partire. Cerco di fare un respiro (peccato che praticamente in gara giro in apnea totale) e ti do il via, inizio a darti i comandi a raffica cercando di stare sempre calma, un minimo gesto sbagliato e rischio di farti fare un errore. Una stecca vibra (prego che non cada… Perfetto, è rimasta al suo posto!), andiamo avanti, tu sei sempre più veloce e io mi ritrovo ad impartire ordini uno dopo l’altro… Ci siamo quasi, ancora un tubo e l’ultimo salto. Fineee!!! Ce l’abbiamo fatta, percorso netto!
Ho scoperto questo sport anni fa e poi dopo qualche anno ho iniziato il mio percorso insieme a Lucky, il mio matto Labrador che forse dentro di se’ crede di essere più un Border.
Se siete interessati ad avere maggiori informazioni potete consultare il sito del Garu, uno dei centri nella prima cintura di Torino www.garu.it .

 

Rating: 4.3. From 4 votes.
Please wait...