Regalate o regalatevi una cena gourmet all’Osteria Novecento.

Altra settimana e altra esperienza culinaria entusiasmante, questa volta nessuna occasione particolare, se non il piacere di cenare con una coppia di amici in un ambiente rilassato ed elegante, gustando piatti particolari che esprimono tutta la passione dello chef, Paolo Caroleo, per la qualità delle materie prime e l’originalità degli abbinamenti. Ebbene, sabato sera siamo stati a cena all’Osteria Novecento in Via Issiglio 20/A a Torino, zona San Paolo, fuori dal caos del centro e dei locali alla moda affollati, dove spesso si paga più la location che quello che poi ti servono nel piatto. Il locale lo abbiamo scoperto qualche mese fa e ci è piaciuto talmente tanto che siamo già tornati più volte per il piacere di farlo provare ad amici e parenti.

Il mio consiglio è quello di prendere il menù degustazione, con 30 € (escluso vino e acqua) potrete scegliere: un antipasto, un primo, un secondo e un dolce alla carta. Di solito la scelta è fra 4 portate per tipo, spaziando fra carne, pesce e anche piatti vegetariani.

Pane, pasta, dolci sono tutti rigorosamente fatti in casa e questo fa già capire la differenza di offerta che potrete trovare, tutta di altissima qualità.

I ragazzi in sala sono di una educazione e gentilezza rara, particolare da non sottovalutare per un servizio impeccabile, rapido e non invasivo.

La cena si è aperta con un antipasto offerto dalla casa con un tomino elettrico in un delizioso mini vasetto di vetro e un bacio di dama con patè di fegatini di pollo per i carnivori e una giardiniera (o antipasto alla piemontese) per i vegetariani e per la qui presente, che lo ha preferito ai fegatini, accompagnato da diversi tipi di pane: alle patate, alle olive, classico e focaccia ligure.

Poi ho proseguito con dei fiori di zucca gratinati ripieni di ricotta di bufala su una riduzione di pomodoro, una millefoglie di funghi porcini, per concludere con la spalla di maialino con patate e crema alla cenere. Premetto che io non sono una grande carnivora (e ho un marito che, per scelta, qualche anno fa ha smesso completamente di mangiare carne, prediligendo il pesce) ma, proprio perché sono molto selettiva sulla carne che mangio, so riconoscere quando è davvero buona: e questa per me entra nella top ten delle migliori mangiate (batte di gran lunga quella di Cannavacciuolo e con questo ho detto tutto!).

Per concludere in bellezza, la carta dei dolci offre davvero tanta scelta, questa volta ho optato per un croccante caramellato di sfoglia con crema pasticcera e fragole, delizioso, ma come prima volta vi consiglierei di puntare sul loro budino alla menta con cioccolato fondente.

Che dite, vi ho fatto venir voglia di provare l’Osteria Novecento? Il locale è aperto dal martedì al sabato dalle 20.

Adesso non vi resta che prenotare!

Se invece preferite regalare la cena invece che regalarvela, potete acquistare i buoni per 2 menù degustazione, che sicuramente saranno molto apprezzati.

No votes yet.
Please wait...