New York, toccata e fuga? Sì può fare!

Eccomi qua, di rientro da un’altra avventura emozionante che devo assolutamente condividere con voi.

La scorsa settimana son dovuta volare in USA (poverina eh?) per una trasferta di lavoro. Come al solito, la fortuna mi assiste sempre quando si tratta di viaggiare (sì sono anche un Sagittario, non fatemene una colpa…) e sono riuscita ad incastrare 2 giornate a New York!

Precisamente sono atterrata a New York, arrivando da Detroit, un Venerdì intorno a mezzogiorno. Tra una cosa e l’altra, ovvero recupero bagagli, Taxi giallo e sistemazione in Hotel, sono riuscita ad essere pronta per il mio Tour intorno alle 14:00.

Vi segnalo immediatamente l’hotel in quanto è un Holiday Inn, comodissimo, in zona Wall Street e con tariffe molto vantaggiose (intorno agli 80 €):

http://www.booking.com/hotel/us/holiday-inn-express-new-york-city-wall-street.html?aid=1290429&no_rooms=1&group_adults=1

Torniamo al racconto. Essendo che era primo pomeriggio, ho deciso innanzitutto di mangiare. Quindi mi sono diretta verso SoHo a piedi prendendo la Broadway Street e mi sono imbattuta in un Pub che era veramente carino: ho mangiato un ottimo hamburger da The Wooly!

Dopo pranzo ho proseguito la mia passeggiata verso SoHo, coloratissimo quartiere situato poco più a nord rispetto a Wall Sreet, caratterizzato da innumerevoli negozietti e atmosfera chic.

Proseguendo sempre verso nord sono giunta al Madison Square Park dove mi hanno accolta dei simpaticissimi scoiattoli. Cosa intendo io per scoiattoli? Scoiattoli!

         

Dal parco si può intravedere l’Empire State Building e tutto d’un tratto ti senti dentro ad un film o ad una serie Tv.

A quel punto ho anche realizzato che dall’atra parte del parco c’era la 5th Avenue. Amo ufficialmente New York!

Dopo aver fatto due passi sulla Quinta Strada ed aver visitato l’Empire State, grazie al consiglio della nostra Ele mi sono diretta a fare aperitivo verso il Rooftop Bar 230 Fifth, che offre una delle viste più stupefacenti sullo skyline di New York. Vorrei poter trovare le parole per trasmettervi la mia emozione. Ma no, è impossibile. Dovete andarci e dirmi voi stessi.

Dopo l’aperitivo, e stanca di camminare, ho chiamato Uber e mi son fatta portare da Gallaghers (Steakhouse vicina a Times Square), dove ho mangiato un filetto dal sapore unico ed inimitabile, ed ho concluso la mia giornata.

La mattina seguente, mi sono diretta a piedi verso il lungo fiume Hudson per sbirciare anche solo da lontano la Statua della Libertà.

Da lì ho proseguito verso il World Trade Centar per fare una sosta al 9/11 Memorial. Vedere con i miei stessi occhi il segno che ha lasciato il crollo delle Torri Gemelle, le ferite ancora aperte nei cuori ed un silenzio che appartiene soltanto ai luoghi Sacri, mi ha lasciata letteralmente senza fiato e senza parole. E’ indescrivibile il vuoto fisico e il vuoto nell’anima che si percepisce. E si spera che mai, e poi mai, si ripeta quello che è successo quel tragico giorno.

         

Successivamente, sempre il buon amico Uber mi ha portata direttamente a Central Park. Lì ho un avuto una rivelazione. Non è vero che le persone corrono solo nei film. Lì corrono sempre tutti e tutto il giorno!

Dal Central Park mi sono diretta nuovamente verso la Quinta, dove ho dato uno sguardo veloce a Tiffany, la Trump Tower, il Rockfeller Center e altri spettacolari edifici con altrettanto spettacolari vetrine.

Ho avuto ancora 2 orette per fare un “sano” shopping e richiamare il solito Taxi giallo per andare diritta verso l’aeroporto.

Quindi, come avete visto, in 2 giorni si può fare!

Cosa aspettate? Fuori stagione si trovano dei voli diretti da Malpensa a circa 350,00 € A/R!

 

Rating: 4.7/5. From 9 votes.
Please wait...