Vi ricordate che qualche settimana fa vi avevamo parlato di PIETRAQUADRA, meravigliosa linea ideata da Eva Valeria Rossi di cui il marmo è protagonista incontrastato? Ebbene, non vi avevamo detto proprio tutto…

Già, perché la linea, in realtà, a partire dalla fine del 2015 annovera anche PIETRAQUADRABAG tra le sue creazioni di accessori.

Le PIETRAQUADRABAG sono piccole borse gioiello (25 x 18 cm) in tessuti dalla texture variabile, pregiati e unici, oltre alla passamaneria in seta dell’Antica Fabbrica Passamanerie Massia 1843 e al centrale tondo (5 cm di diametro) nel prezioso marmo bianco Calacatta.

Texture e fantasie varie si accordano alla delicata tonalità dell’interno, nel luminoso shantung di seta avorio e rendono preziosa questa pochette di forma rettangolare, dal design raffinato. Una decorazione minimalista, in nastro di passamaneria e centrale in marmo, permette di portarla a mano, donando l’impressione d’indossare un bracciale.

Mentre un cordone di seta, che può scomparire all’interno allorché si porti a mano e coordinato ai colori della pochette, permette di portarla a spalla.

L’unicità di ogni PIETRAQUADRABAG è contraddistinta dalla serie numerata: esisterà un unico esemplare di quella data pochette senza possibilità di riprodurla uguale e questo, amiche mie, scommettiamo che sta già solleticando il vostro interesse… Per ogni borsa, i tessuti impiegati sono pezzi unici, gli accostamenti di tessuti e colori sono studiati e poi disegnati ogni volta, il nastro di passamaneria che cinge il marmo fa parte di una collezione irripetibile fuori produzione, il centrale in marmo, seppure uguale nel disegno a cerchio, è ogni volta un pezzo unico perché è una pietra naturale e perché ogni pezzo è realizzato a mano, dal sapiente lavoro degli artigiani del marmo. Infine, ma non ultima, la lavorazione di ogni singola pochette è eseguita a mano con grande professionalità e cura, seguendo il bozzetto.

                           

Quello che risulta, è un prodotto esclusivo, dal grande valore estetico e qualitativo.

Un prodotto naturalmente in linea con la filosofa di PIETRAQUADRA per cui ogni gioiello-ornamento è considerato al di là della semplice dimensione estetica, attribuendogli di nuovo le valenze simboliche e identitarie perdute. Nello stesso tempo, rivelare lo spirito tutt’altro che effimero dell’accessorio, significa dare attraverso esso un’identità chiara e definita a chi lo indossa.

Il soggiorno in Cina, dal 2014 al 2016, ha suggerito alla designer nuovi spunti creativi. Così le bags si sono arricchite di inserti in seta cinese, acquistata personalmente a Shanghai e Nanjing: un ponte ideale e onirico tra occidente e oriente, culture e materiali diversi uniti per dare vita a nuovi e unici accessori.

                                   

Ebbene, ora non vi resta che vedere di persona queste meraviglie!

Per farlo, potrete contattare direttamente Eva Valeria Rossi (di seguito tutti i riferimenti):

LinkedIn: https://it.linkedin.com/in/valeriaevarossi/

Facebook: https://www.facebook.com/PietraquadraStoneJewels

Instagram: http://instagram.com/valeria_eva_rossi

Pinterest: http://pinterest.com/pietraquadra

Twitter: https://twitter.com/ValeriaEvaRossi

 

Inoltre da metà aprile le PIETRAQUDRABAGS saranno esposte ed acquistabili nella boutique Petrusse Turin (Via Maria Vittoria, 6) di cui vi parleremo presto…

Rating: 4.3/5. From 8 votes.
Please wait...