Che soddisfazione prova l’80% delle mamme quando i propri bimbi dicono di voler frequentare danza… le scarpette, i body, le gonnelline svolazzanti… tutte noi ci sentiamo un po’ delle Carla Fracci mancate che auspicano di vedere il proprio sogno realizzato tramite i bimbi.

Ci ho provato anche io da piccola, poi la genetica ha chiaramente dimostrato di non essere d’accordo e, considerata la mia fisicità, ho capito che io e il tutù non eravamo fatti l’una per l’altro.

Me ne sono fatta una ragione eh, per carità, non ne ho mai fatto un dramma esistenziale, ma il caso e la curiosità hanno voluto che venissi a conoscenza, alla tenera età di 40 anni suonati, del fitness ballet.

Ed è di questo che vorrei parlarvi oggi, seguendo il filone del “home workout” (allenamento a casa) che tanto amo e che, per necessità e per piacere, seguo da qualche anno a questa parte.

A chi stesse già storcendo il naso con una risatina di disprezzo convinto/a che allenarsi a casa sia inutile, dico che si possono ottenere grandi, enormi risultati, se si pone attenzione anche (o meglio, soprattutto) all’ alimentazione. Io non sono così virtuosa e mi alleno principalmente per combattere l’inevitabile decadimento e per il piacere di sentirmi viva ed attiva, ma ho visto TRASFORMAZIONI al limite dell’incredibile in chi si è messo con dedizione, studio e costanza ad allenarsi nel proprio salotto.

Altra doverosa precisazione: esisteranno sicuramente delle lezioni di fitness ballet nelle palestre italiane ma, non frequentandole, non ho la minima idea se sia un genere diffuso e come siano eventualmente strutturate.

Tutto chiaro? No, ovviamente, quindi iniziamo a porre le basi: il fitness ballet è una tipologia di attività fisica che si ispira alla danza classica. La grazia e la leggiadria dei ballerini classici sono frutto di un lavoro massacrante. Le loro performance nascondono una forza ed una resistenza inimmaginabili, contrariamente a quanto pensano in molti.

Nessuno “shakeramento” eccessivo, nessuna foga… si richiede un atteggiamento austero 🙂 concentrazione ed attenzione al minimo movimento.

In moltissimi casi, le sessioni di ballet gym incorporano anche elementi di Pilates e Yoga ma, tendenzialmente, a trainare sono i tipici movimenti della classica: gli esercizi, quindi, consisteranno in ripetizioni (MOLTE RIPETIZIONI) di plié, relevé, port-de-bras, arabesque, attitude e passé svolti spesso con l’aiuto di un supporto che funga da sbarra (lo schienale di una sedia, del divano, etc).

Gli esercizi dedicati alle braccia ed alle gambe richiedono talvolta l’uso di pesetti (da 0,5Kg fino ad u massimo di 2kg) e cavigliere, che servono ad intensificare il lavoro muscolare. Se state pensando che 2Kg siano roba da “femminucce” vi invito a provare anche solo 10 minuti di esercizi e poi mi direte!

I carichi non saranno mai troppo pesanti perché il fitness ballet ha come obiettivo quello di ottenere una muscolatura affusolata, in contrapposizione all’effetto “bulk” di altre discipline.

Ma, oltre a questo, migliorerete resistenza, forza, equilibrio e postura… vi pare poco?!

Vi sentirete come delle gazzelle, anche se lo specchio vi rimanderà l’immagine di una otaria spiaggiata (ma l’importante è crederci!).

Le trainer che preferisco (secondo la mia esperienza):

  • quella per eccellenza (secondo me) risponde al nome di Mary Helen Bowers. Una sorta di Dea, praticamente.

Nota anche per aver allenato Natalie Portman durante le riprese de “Il Cigno Nero”, Mary Helen è la creatrice di Ballet Beautiful (https://www.balletbeautiful.com), una serie di allenamenti tutti ispirati alla danza classica pura, senza contaminazioni di altre discipline.

Molto interessante per tutte le future mamme, è il fatto che Mary Helen abbia  dedicato un’ intera serie alle donne in dolce attesa, suddividendo gli allenamenti in trimestri in modo che le sessioni siano “modulate” tenendo conto della crescita (e dell’ingombro) del pancione. Per non farsi mancare niente, troverete anche un programma per il periodo post-partum.

I suoi programmi sono tantissimi, acquistabili sia sul sito ufficiale sia su Amazon. Provate a guardare su:

Ballet Beautiful

Anche i loro allenamenti sono moltissimi, di seguito un paio di link

Sleek Technique – Ballet Body Box Set

SLEEK TECHNIQUE – Sleek Ballet Bootcamp

Se, prima di acquistare i DVD, volete misurarvi con il genere, vi lascio i link ai vari canali YouTube delle succitate trainer:

https://www.youtube.com/results?search_query=ballet+beautiful

https://www.youtube.com/results?search_query=sleek+technique

https://www.youtube.com/results?search_query=the+lazy+dancer

https://www.youtube.com/results?search_query=tracey+mallett

Ovviamente, oltre a questi ne troverete moltissimi altri, basterà cercare “barre/bar workout” o “fitness ballet” e vi si aprirà un mondo 🙂

Tenete presente che molti di questi video sono di durata limitata e focalizzati su una parte specifica del corpo: voi potrete combinarli come meglio preferite e creare un calendario tutto vostro. L’ideale sarebbe fare almeno 30 minuti al giorno, 5/6 giorni a settimana.

Inoltre, se siete “social” e bazzicate su Facebook, vi invito ad iscrivervi al Gruppo:

https://www.facebook.com/groups/113640486027127/

troverete ragazze prodighe di consigli (in primis, la fondatrice del gruppo Francesca Teller Zanacca e l’Admin Monica Kircheis), esperienze, calendari già pronti e tanti suggerimenti interessanti!

Per concludere, se l’idea vi piace e siete intenzionate ad iniziare questa avventura, vi consiglio di procurarvi un paio di mezze punte perché, se è vero che ci si può allenare a piedi nudi, è altrettanto vero che in alcuni casi serve riuscire a fare scivolare bene il piede preservando un minimo l’integrità delle dita.

Le classiche scarpette da danza vi aiuteranno molto e no, non è necessario spendere un capitale!

Ecco alcune possibilità di acquisto: mezze punte per la danza

Per quanto riguarda i famosi pesetti, provate a dare uno sguardo a questo link: pesetti

…ed ora, non vi resta che iniziare!

 

Attenzione: gli allenamenti citati in questo articolo sono adatti a coloro che non abbiano particolari problemi di salute. In caso di patologie più o meno gravi (anche solo sospette) o in caso di gravidanza, ogni attività fisica deve essere autorizzata dal vostro medio curante. Agite sempre seguendo il buon senso!!!

Rating: 5.0/5. From 4 votes.
Please wait...