Come ogni anno, io e la mia metà della mela partiamo per tempo a sognare le agognate vacanze, la meta, il mezzo di trasporto e chi più ne ha più ne metta, ma chi ci conosce bene sa che ormai quelli sono solo sogni ad occhi aperti. Quest’anno l’obiettivo era la Puglia ma, per una serie di cause che non sto ad elencarvi, ci siamo ritrovati davanti al pc a cercare un traghetto per la Sardegna.
Senza pensarci troppo (le offerte erano molto accattivanti), abbiamo prenotato il viaggio di andata e ritorno, con tratta Genova-Porto Torres, e solo la prima notte ad Alghero. Tutte le altre, le avremmo decise man mano in base alla voglia di macinare km in auto o se un posto ci avesse colpito particolarmente.
Quando siamo arrivati in Sardegna abbiamo deciso, anche per via del tempo, che sarebbe stato meglio dirigersi più a sud: la nostra destinazione sarebbe stata Costa Rei ma, dato che volevamo girare un po’, abbiamo optato per una sosta intermedia nell’isola di Sant’Antioco.


Quando, la seconda sera, siamo arrivati al B&B Isola Antica, abbiamo capito subito che non sarebbe stata una semplice sosta: struttura ultra nuova ma super accogliente, con delle proprietarie preparatissime ad elargire informazioni. Nell’ingresso hanno messo una piantina dell’isola con tutte le spiagge e le calette segnate, e a fianco le rispettive foto.
https://www.booking.com/hotel/it/isola-antica-sant-39-antioco12.en.html?aid=1290429&no_rooms=1&group_adults=1

E’ così che abbiamo capito che, se avessimo continuato a spostarci, ci saremmo persi un sacco di posti magnifici!
Purtroppo questo B&B non aveva più posto per i giorni successivi (questo è uno degli imprevisti se si decide di prenotare giorno per giorno), ma noi non volevamo allontanarci perché Sant’Antioco è un piccolo angolo di Paradiso nel Paradiso della Sardegna, e così abbiamo trovato Il Melangolo, un altro B&B sulla via centrale del paese.
https://www.booking.com/hotel/it/isola-antica-sant-39-antioco12.en.html?aid=1290429&no_rooms=1&group_adults=1

Noi ci siamo innamorati di questa piccola isoletta con le sue calette, le spiagge di Porto Pino e Porto Paglia a solo mezz’ora di macchina… e poi i prezzi! Tutti sanno che la Sardegna non è tra le mete più economiche: ebbene, potete ricredervi!
La nostra routine in vacanza è molto lenta. Niente sveglia presto, una colazione abbondante e poi direzione mare. Non sempre facciamo pranzo ma, al rientro dalla spiaggia, una cosa era assicurata: o una brioche con il gelato da Profumo di Caffè (io non le avevo mai mangiate ma, mi spiace dirlo, al mare il gelato ha proprio un sapore diverso, più buono), oppure un aperitivo.
E attenzione: per 2 Spritz, con tanto di cibarie varie, non spendevamo mai più di 8€.
Il nostro bar preferito era il Bar Arcobaleno.


Per cena, vi posso consigliare 3 posti:
La Sulcitana: è una cooperativa di pescatori molto alla mano che si trova davanti al porto di Sant’Antioco, dove potrete mangiare pesce fresco a un prezzo irrisorio e porzioni molto abbondanti. Vi consiglio i totani e piselli, le cozze e il fritto di pesce.
Mario e Pinella: un chioschetto fronte spiaggia a Cala Sapone; se volete assaggiare il maialino, questo è il posto giusto! Per non parlare del pecorino alla piastra…
La locanda del Moro: si trova in una via laterale di Sant’Antioco. Il titolare offre a tutti del pecorino freschissimo. Noi volevamo tenerci direttamente l’intera forma e cenare con quella, ma il tagliere e i primi sono molto buoni, quindi valeva la pena di assaggiarli.

La sera prima del rientro abbiamo deciso di tornare nuovamente ad Alghero, in modo da poterci godere l’ultimo giorno di mare senza dover fare un rientro traumatico!
Anche questa volta abbiamo optato per un bed and breakfast, e siamo stati al B&B Alguer. Si tratta di un monolocale ed è perfetto se avete l’occasione di trascorrere più di un giorno in zona: la colazione è servita sul terrazzo con vista sulla citta e sul porto.
https://www.booking.com/hotel/it/b-amp-b-alguer.en.html?aid=1290429&no_rooms=1&group_adults=1
Potrei indicarvi una lista delle calette dove siamo stati, ma in realtà alcune sono sperdute. La Sardegna vera è quella che, quando ti fermi con la macchina e cammini un po’, trovi improvvisamente, davanti ai tuoi occhi, posti in cui spesso e volentieri sei quasi da solo.
Se volete qualche dritta potete sempre scrivermi e sarò felice di darvela, ma se seguite l’istinto non sbaglierete comunque.
La Sardegna è un posto magico che entra nel cuore; io non ci andavo da qualche anno ma l’ho trovata sempre affascinante, forse persino di più che nei miei ricordi. Questo, senza ombra di dubbio, è dovuto anche alla compagnia e allo spirito di adattamento di entrambi.
Quest’anno il tempo non è stato molto clemente con i Sardi, ma non abbandonateli: il prossimo anno loro ve ne saranno grati.

PS: Tony de La Sulcitana ti prenotiamo già un tavolo adesso per la prossima vacanza, e Susy di Isola Antica, ci hai fatti sentire a casa e questo paga sempre!

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...