Mariatti presenta: IL Independent Label e Pasa Gioielli, passione e talento in un unico evento.

Sabato scorso ho avuto il piacere di partecipare ad un nuovo evento della Gioielleria Mariatti a Torino, che, grazie al continuo lavoro di ricerca e passione di Irene, la quarta generazione Mariatti, ha fatto incontrare due giovani stilisti di moda, Serena e Roberto di IL- Independent Label con l’estro tutto romagnolo e minimalista della designer Alessandra Pasini, creatrice del marchio Pasa Gioielli.

Il connubio è perfettamente riuscito, l’atmosfera era frizzante e originale: abiti e gioielli si sono fusi nella creazione di outfit perfetti e stilosi al punto giusto. Ho avuto modo di parlare a lungo con Serena e Roberto della loro collezione, rivolta a donne dinamiche che non vogliono rinunciare a una femminilità metropolitana: sì allo stile, ma senza dimenticarsi della comodità che si declina nei volumi e nelle tasche di gonne e pantaloni, nella praticità delle bretelle rimovibili (gonna modello Romina) per modificare al bisogno la mise da informale a formale.

Mi sono subito innamorata del pantagonna Gemini, vita alta, gamba larghissima, stile da vendere! Per non parlare dei cappotti in lana di cammello con fodera personalizzabile e antifreddo, studiati proprio da Roberto per noi donne freddolose. Si tratta di un capospalla non ingombrante né pesante che veste molto bene il collo, perché si chiude avvolgendolo con grazia ed eleganza. Vi sentirete delle vere dive indossandolo! La collezione comprende inoltre abiti con e senza maniche, con linee scivolate e dettagli preziosi e originali. Le gonne sono declinate anche in versione scintillante per le serate di feste in arrivo. La capsule è in pronto moda dalla taglia 40 alla 46, ma i capi possono essere confezionati su misura per la gioia di noi ragazze curvy.  Potete trovare tutta la collezione di capi invernali da Open10125 in Via Principe Tommaso 27/a a Torino e on line su www.ilstore.it o curiosare sulla pagina Instagram il_independentlabel.

 

Di Alessandra Pasini avevo già sentito parlare: le sue creazioni in ottone non mi erano del tutto sconosciute, ma vederle dal vivo, poterle toccare con mano e indossarle è tutt’altra cosa! Le sue linee sono pulite e minimaliste e nascono in maniera semplice e spontanea come uno scarabocchio al telefono, proprio come lei mi ha confessato. La scelta dell’uso dell’ottone piuttosto che un metallo nobile rispecchia l’idea che la creatrice ha dei suoi gioielli: gioielli da portare e vivere, che si modificano con il tempo, cambiano colore e sfumature, proprio come la vita.

Pezzi unici perché lavorati a mano con il martello su una vecchia incudine, come la linea Anuy, fatta di semplici cerchi in ottone galvanizzato, in cui ogni pezzo acquista un’impronta tutta sua dai segni della lavorazione.

L’incontro fra la ceramica e l’ottone da vita alla linea più giocosa fra i gioielli di Alessandra, quella che a suo dire è nata come valvola di sfogo, di leggerezza, di fantasia, dove l’elemento del colore delle figure in ceramica richiama un po’ il mondo delle favole con una forte simbologia. Gioielli, insomma, che non passano inosservati pur nella loro semplicità senza tempo. Se volete vederli tutti andate sul sito www.pasagioielli.it  o sulla pagina Instagram pasagioielli, sono sicura che troverete quello che vi farà capitolare.

Che dire, anche questa volta Irene non ha sbagliato un colpo! Organizzazione e accoglienza sempre meravigliosi da Mariatti, una grande tradizione famigliare che si apre all’innovazione e alla scoperta di giovani designer che è sempre un piacere incontrare.

Chissà cosa ci riserverà il prossimo evento, ma sono sicura che sarà un successo come questo!

Rating: 5.0/5. From 5 votes.
Please wait...