Ci sono dei luoghi vicini che scopri per caso, ma che ti sembrano subito casa.

In un giorno qualunque ricevi una telefonata da una cara amica: “Laura, ci sono 40 asinelli da salvare! … Scusa? Eh si, prosegue lei con tono affannato, 40 creature hanno bisogno di aiuto, di uno stallo urgente per poter salvare la loro vita e restituire la dignità che è stata loro tolta da innominabili persone”.

Nulla accade per caso. Scopri che molti non ce l’hanno fatta, ma che ce ne sono molti altri che hanno bisogno d’aiuto. Nessun tentativo doveva essere trascurato.

Pochi minuti per riflettere sul da farsi, qualche telefonata ad amici e parenti e in pochi istanti il nostro contributo per l’adozione si era concretizzato. Ma dove tenerli? Adottare un asinello non è proprio facile, ci vogliono spazio, attrezzature ed esperienza … non ci si può improvvisare nel giardino di casa!

La richiesta di aiuto arriva a una persona determinante: Stefano, che si occupa della gestione di una associazione a Chiaverano (comune immerso nella Serra in provincia di Torino), si rende subito disponibile ad accogliere una coppia di orfanelli.

E così scopri che a una manciata di chilometri da dove abiti, esiste Nata Libera (vicino al Rifugio degli Asinelli di Sala Biellese), stallo che nasce con l’obiettivo di dare speranza agli animali in difficoltà, a cui sono stati negati i diritti fondamentali: la dignità e il rispetto.

L’associazione offre cure specializzate e l’habitat giusto per riabilitare e ospitare animali abbandonati, feriti o che hanno subito delle crudeltà.

Il rifugio ospita attualmente circa 30 animali (capre, mucche, cavalli, maiali…). A questa variegata ed eterogenea famiglia, si aggiungono due nuove arrivate: Camilla e Margherita, che vi presento con grande emozione.

E’ stato affascinante scoprire come Angela Revel Chion, la fondatrice di Nata Libera, abbia dedicato la propria esistenza a offrire un filo di speranza ad animali in difficoltà, a restituire la dignità e il rispetto che tutti loro meritano, alleviando le sofferenze con cure e attenzioni.

È stato di grande insegnamento ascoltare l’intervista di Angela e cogliere ogni sfumatura del suo grande cuore. Una vita dedicata a loro, con molte difficoltà, ma sempre con grande rispetto. Amare vuol dire restituire la dignità, con un grande messaggio da ricordare: “a volte non possiamo salvarli tutti ma vale la pena provarci, anche solo per uno”.

Angela non c’è più da alcuni anni, ma il suo grande amore si percepisce nell’aria di Nata Libera. La sensazione di tranquillità che si respira al Rifugio, immerso nella pace dei boschi circostanti, non può essere spiegata, va vissuta.

Ogni contributo è fondamentale per continuare un grande progetto di profonda umanità. Nel sito potete trovare tutte le informazioni a riguardo (www.nataliberaitalia.org).

Grazie a nome di Angela, Stefano e di tutti volontari che, in ogni parte del mondo, dedicano del tempo alle creature di Dio che hanno bisogno di aiuto.

Da ultimo, ma la cosa più importante. Tutti gli asinelli sono stati salvati! L’amore esiste davvero.

Rating: 5.0/5. From 5 votes.
Please wait...